Colloque : “Lo stucco nell’età della Maniera”, Rome, Chiesa Nuova – Refettorio Borrominiano, le 23 et 24 mai 2019

Lo stucco nell’età della Maniera. Cantieri, maestranze, modelli. Il Centro e il Nord Italia

Convegno internazionale di studi a cura di Alessandra Giannotti, Patrizia Tosini

Patrocinato da: Università per Stranieri di Siena Università degli Studi Roma Tre Archivio della Congregazione dell’Oratorio

 

Le programme en pdf

I giorno – 23 maggio 2019

14.00 Saluti e introduzione

Lo stucco come definizione dello spazio: fonti e modalità
Presiede: Letizia Tedeschi – Archivio del Moderno, Università della Svizzera Italiana

14.30 Francesco Paolo Di Teodoro – Politecnico di Torino e Museo Galileo di Firenze
«Come se ha da macerar et spegner la calce p(er) far stucho et altri tectorii overo i(n)tonacati» (Vitr. VII, ii)

14.50 Yvonne Elet – Vassar College
Stucco and the Total Work of Art

15.10 Emanuela Ferretti – Università di Firenze
Le forme plastiche dell’architettura: il caso di Michelangelo

15.30 Discussione
16.00 Pausa caffè

La disseminazione della Maniera
I. I cantieri settentrionali tra Veneto, Liguria e Lombardia
Presiede: Francesco Caglioti – Scuola Normale Superiore di Pisa

16.20 Marco Campigli – Università per Stranieri di Siena
Sulle tracce di Niccolò da Corte. Prima di Genova

16.40 Luca Siracusano – Università di Trento
Modelli in stucco, dentro e fuori la bottega: qualche caso veneto

17.00 Gregoire Extermann – Université de Genève
Genova-Roma andata e ritorno. Il contributo di Galeazzo Alessi alla decorazione in stucco

17.20 Discussione

II giorno – 24 maggio 2019

II. Emilia e Marche: tra rilievo e stucco statuario
Presiede: Barbara Agosti – Università di Roma Tor Vergata

9.30 Marcello Calogero – Scuola Normale Superiore di Pisa
“Molti ragionamenti di fabriche e di stucchi”: Alfonso Lombardi e lo stucco a Bologna

9.50 Valentina Balzarotti – Università Roma Tre
Per Tibaldi, Sabatini e Samacchini stuccatori

10.10 Serena Quagliaroli – Archivio del Moderno, Università della Svizzera Italiana
Ornare il Ducato: decorazione a stucco e plasticatori a Parma e Piacenza (1545-1590)

10.30 Anna Duranti – restauratrice
Il Presepe di Federico Brandani nell’oratorio di San Giuseppe a Urbino

10.50 Discussione
11.20 Pausa caffè

III. Stuccatori di Toscana
Presiede: Silvia Ginzburg – Università Roma Tre

11.40 Gabriele Fattorini – Università di Messina
Pastorino Pastorini: la consuetudine con lo stucco di un medaglista di fama

12.00 Alessandra Giannotti – Università per Stranieri di Siena
“Fogliami et figure di stucco”: le imprese di Vasari per il cortile di Michelozzo a Palazzo Vecchio

12.20 Francesco Caglioti – Scuola Normale Superiore di Pisa
Quel che resta di Francesco da Sangallo, stuccatore a Napoli

12.40 Discussione

Stuccatori toscani e ticinesi a Roma tra Cinquecento e Seicento
Presiede: Marco Ruffini – Sapienza Università di Roma

15.00 Giulia Spoltore – Archivio del Moderno, Università della Svizzera Italiana
La decorazione a stucco nella cappella Landi in Santo Spirito in Sassia

15.20 Patrizia Tosini – Università Roma Tre
Stuccatori toscani a Roma nel secondo Cinquecento dai Parentino a Ferrando Fancelli

15.40 Laura Teza – Università di Perugia
Nuove riflessioni sugli stucchi del portico di San Pietro in Vaticano

16.00 Lucia Simonato – Scuola Normale Superiore di Pisa
“Sodi, spiritosi e bizzarri”. Pietro da Cortona e gli stucchi della Valpolicella

16.20 Discussione e conclusioni

Source 


Fiammetta Campagnoli

Fiammetta Campagnoli est doctorante en histoire de l'art moderne à l'Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne. Ses recherches se concentrent sur la perception et sur la réception de la spatialité de l’image mariale au XVe et au XVIe siècle.

Vous aimerez aussi...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search