Séminaire international : « Il cantiere nel Cinquecento : architettura e decorazione, I. Roma », Rome, 25-27 novembre 2019

Il cantiere nel Cinquecento : architettura e decorazione. I. Roma

Seminario internazionale di studi a cura di Silvia Ginzburg, Letizia Tedeschi e Vitale Zanchettin.

Nello sviluppo storico del cantiere cinquecentesco architettura e decorazione costituiscono un imprescindibile binomio, due aspetti complementari non soltanto dal punto di vista materiale. A Roma nel corso del XVI secolo tale interazione diventa dominante e assume caratteri nuovi: la pluralità di competenze, prevista fin dalle prime fasi progettuali, e la collaborazione tra i diversi artefici, la coesistenza di tradizioni tecniche e stilistiche di diversa provenienza geografica e una nuova organizzazione del lavoro, rendono il cantiere lo scenario principe nel quale misurare prima l’emergere, poi l’affermarsi, infine il declinare di nuovi linguaggi lungo il XVI secolo.

Il seminario internazionale di studi Il cantiere nel Cinquecento: architettura e decorazione. I. Roma è concepito come prima tappa di un progetto che intende rileggere la storia del cantiere architettonico e artistico del XVI secolo. Attraverso casi di studio particolarmente eloquenti il seminario mira a una rilettura delle imprese romane nella loro cornice storiografica e a una nuova raccolta ed elaborazione di dati su tecniche, soluzioni e materiali impiegati, con l’intento di avviare un’inedita riflessione sull’interazione tra questi aspetti. Oggetto della ricognizione è dunque lo studio delle dinamiche di funzionamento dei cantieri nei loro esiti tecnici e formali, al fine di riflettere sul processo con cui si affermarono modelli destinati a una diffusione europea.

Promosso da: Archivio del Moderno, Accademia di Architettura, Università della Svizzera italiana Bibliotheca Hertziana – Max-Planck Institut für Kunstgeschichte Dipartimento di Studi Umanistici, Università Roma Tre Istituto Svizzero, Roma Musei Vaticani.

Con il Patrocinio e il sostegno dell’Ambasciata di Svizzera in Italia.

 

PROGRAMMA :

Lunedì 25.11.2019 / Istituto Svizzero di Roma

Saluti istituzionali : Samuel Gross (Istituto Svizzero di Roma), Barbara Jatta (Musei Vaticani), Riccardo Blumer (Accademia di architettura, Università della Svizzera italiana), Alberto D’Anna (Dipartimento di Studi Umanistici, Università di Roma 3 ), Tristan Weddigen (Bibliotheca Hertziana – Max Planck Institut für Kunstgeschichte).

Discussant : Tristan Weddigen (Bibliotheca Hertziana – Max Planck Institut für Kunstgeschichte)

14:30-14:50 : Vitale Zanchettin (Musei Vaticani) – Raffaello e l’immagine del cantiere

15:10-15:30 : Vittoria Romani (Università degli Studi di Padova) – Osservazioni sull’uso del disegno nei cantieri decorativi del Cinquecento

15:50-16:10 : Cristina Conti (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”) – Alcune considerazioni sulla bottega raffaellesca come modello di cantiere decorativo

Coffee Break

16:50-17:10 : Gloria Antoni (Università Roma Tre), Francesco Benelli (Alma Mater Studiorum – Università degli Studi di Bologna) – « Quello disegnio fu visto e aprovato di stare bene da tutti i fratelli ». Il cantiere della chiesa di San Giovanni Decollato tra Firenze, Roma e l’antico

17:30-17:50 : Barbara Agosti (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”), Maria Beltramini (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”) – Il cantiere della cappella Massimo di Perino del Vaga in Trinità dei Monti: cronologia e modelli decorativi

18:10-18:30 : Grégoire Extermann (Université de Genève) – L’allestimento marmoreo della Sala Regia. Continuità, svolte e ripercussioni di un cantiere pontificio

 

Martedì 26.11.2019 / Musei Vaticani

Discussant : Guido Cornini (Musei Vaticani, Reparto per l’Arte dei secoli XV-XVI)

09:30-09:50 : Serena Quagliaroli (Archivio del Moderno, Università della Svizzera italiana) – Nel cantiere di palazzo Capodiferro Spada: gli artisti e le maestranze, lo stucco e le soluzioni decorative

10:10-10:30 : Carmelo Occhipinti (Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”) – I cantieri ligoriani in Vaticano

Coffee Break

11:10-11:30 : Bianca Hermanin (Università Roma Tre) – Il «tempo della ruina». Il cantiere della Basilica Vaticana visto da Tiberio Alfarano

11:50-12:10 : Emmanuel Lamouche (Université de Nantes) – Bronzisti nei cantieri romani della seconda metà del Cinquecento: il caso del transetto lateranense

 

Mercoledì 27.11.2019 / Bibliotheca Hertziana Villino Stroganoff

Discussant : Howard Burns (Scuola Normale Superiore, Pisa)

09.30-09.50 : Maurizio Ricci (Sapienza – Università di Roma) – Architetti e maestranze nel secondo Cinquecento: il cantiere di Santa Maria in Traspontina

10:10-10:30 : Valentina Balzarotti (Università Roma Tre) – Lorenzo Sabatini e i cantieri di Gregorio XIII Boncompagni

10:50-11:10 : Letizia Tedeschi (Archivio del Moderno, Università della Svizzera italiana), Paola Carla Verde (Archivio del Moderno, Università della Svizzera italiana) – Le «diverse e memorabili cose» in merito a due cantieri fontaniani: la cappella di Sisto V e la fontana del Mosè

Coffee Break

11:50-12:10 : Paolo Violini (Musei Vaticani) – I cantieri sistini nella Scala Santa

12:30-12:50 : Silvia Ginzburg (Università Roma Tre) – Rotture e continuità con il Cinquecento nella decorazione della Galleria Farnese

 

Programma PDF

Contatti : Paola Giudici, Serena Quagliaroli

Source


Vous aimerez aussi...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search