Parution : Caroline Campbell et Giovanni Valagussa, « Giovanni Bellini. Madonna di Alzano. », Milan, Skira, 2020

Bellini e la Madonna di Alzano

Uno studio monografico approfondito dedicato a un capolavoro del grande maestro della pittura del Rinascimento

Inserito nella collana “L’Ospite illustre” (che grazie a prestiti eccezionali da importanti collezioni, offre l’opportunità di ammirare singoli capolavori dei maggiori protagonisti della storia dell’arte), il volume è dedicato alla Madonna di Alzano, opera capitale di Giovanni Bellini, appartenente alla collezioni dell’Accademia Carrara.

Questo straordinario dipinto è il simbolo di quel rapporto di dare e avere tra Venezia e la Terraferma, coltivato dalla Repubblica veneta anche con i territori più lontani. Se per i pittori maggiormente dotati, compresi quelli d’origine bergamasca, era d’obbligo formarsi in Laguna, più raramente i dipinti dei maestri veneziani raggiungevano le terre di confine, come Bergamo ultima propaggine occidentale della Serenissima.

Salvato dalla dispersione grazie a Giovanni Morelli, colto conoscitore di profilo europeo, tra i maggiori mecenati dell’Accademia Carrara, il dipinto s’impone non solo per la considerevole dimensione sottolineata della monumentale cornice, ma per la suggestiva naturalezza con la quale avviene uno dei dialoghi più umani della storia dell’arte rinascimentale. Il rapporto tra la Madonna e il Bambino viene interpretato da Giovanni Bellini con estrema naturalezza, con quella pacata serenità di cui l’artista fu insuperato maestro e una delle ragioni del suo grande successo.

Nella sua assorta bellezza, la Madonna di Alzano incarna quel crocevia culturale, di storia e di collezionismo come poche altre opere della pinacoteca riescono a testimoniare.

Il volume contiene i saggi di Caroline Campbell e Giovanni Valagussa.

Source : 


Vous aimerez aussi...