Journée d’étude en ligne : Paolo V Borghese, Arte e Politica del Papato a Roma, in Europa e nel Mondo, le 13 décembre de 9h30

Il 13 dicembre la Galleria Borghese dedica una giornata di studi alla figura di Paolo V, al secolo Camillo Borghese (Roma 1552-1621), a quattrocento anni dalla morte. È possibile assistere all’evento collegandosi sulla pagina Facebook ufficiale della Galleria Borghese il giorno 13 dicembre a partire dalle 9.30.

Nell’arco del suo pontificato, dal 1605 al 1621, si svolse un processo significativo per la storia della Chiesa e della città di Roma: la prospettiva internazionale nella diffusione della fede cattolica si ampliò a nuovi orizzonti geografici e, come è noto, arrivarono nell’Urbe, attraverso drammatiche o pittoresche vicende, ambascerie dal Congo, dalla Persia e dal Giappone. La politica interna e quella europea di Paolo V sono state a lungo analizzate, così come la vicenda dell’interdetto nei confronti di Venezia, e studi approfonditi sono stati condotti su alcuni aspetti del conclave in cui Camillo Borghese fu eletto e su alcune figure di spicco della sua corte. Le dimore dei Borghese, sia quelle ufficiali del pontefice che quelle fatte costruire e decorare dai membri della sua famiglia, accolsero e tramutarono in funzioni e immagini alcuni degli avvenimenti politici e delle istanze culturali del pontificato, contribuendo ad un processo di sempre maggiore consapevolezza nell’uso degli spazi pubblici e privati. La decorazione di alcuni ambienti sia nel palazzo del Vaticano che in quello del Quirinale vide all’opera botteghe locali e artisti provenienti da altre parti di Italia, con interessanti evoluzioni nell’organizzazione dei cantieri.

L’atteggiamento nei confronti degli artisti ha ricevuto una certa attenzione, per quanto all’ombra del grandissimo interesse che attira la figura del cardinal nipote, Scipione Caffarelli Borghese; eppure le scelte artistiche dei due si mostrano in grande sintonia e anzi Paolo V potrebbe aver preceduto, o incoraggiato, alcune delle predilezioni di Scipione verso architetti e pittori, da Carlo Maderno a Guido Reni. Immagini del pontefice, figura cruciale per le fortune della famiglia, costellavano le residenze private borghesiane: la giornata di studi cercherà di individuare i riflessi della sua personalità e della sua azione nella trama dei rapporti familiari e nella rappresentazione politica del pontificato. Si tratterà di un incontro di approfondimento e di discussione sui momenti caratterizzanti gli anni di Paolo V, così come sui rapporti del pontefice con i personaggi più significativi della sua corte.

Saranno poi oggetto di specifici interventi le relazioni di Paolo V con il cardinal nipote, con gli altri componenti della famiglia e con gli artisti del tempo, attraverso interventi che potranno ripercorrere le imprese decorative in San Pietro, in Santa Maria Maggiore, nel palazzo del Quirinale, così come la committenza musicale e teatrale.

La giornata di studi è a cura di Francesca Cappelletti e Elena Fumagalli. Parteciperanno alle discussioni della giornata Alexander Koller, Augusto Roca de Amicis, Steven O. Ostrow, Kristina Herrmann Fiore, Anna Coliva, Arnaldo Morelli, Riccardo Martinini e Aldo Roma. Intervengono inoltre anche Irene Fosi e Claudia D’alberto, presentando il volume Imago Papae. Le pape en image du Moyen Âge à l’époque contemporaine.

E’ possibile scaricare il programma a questo link



Vous aimerez aussi...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search