Colloque : « Le Pietre e il Tempo », Gênes, Università degli Studi di Genova, 30 janvier-2 février 2024

Dal 30 gennaio al 2 febbraio 2024 si svolgerà, presso l’Aula Magna di Balbi 2 (30-31 gennaio) e la Sala Conferenze della Biblioteca Universitaria (1-2 febbraio), il convegno “Le Pietre e il Tempo. Moderni destini della scultura medievale”, a cura di Laura Cavazzini (Università di Trento), Clario Di Fabio (Università degli Studi di Genova) e Paola Vitolo (Università di Napoli Federico II), dedicato al riuso e alla rifunzionalizzazione della scultura medievale in contesti di età moderna.

Il reimpiego della scultura medievale, il suo riallestimento e la sua rilavorazione hanno rappresentato in età moderna le modalità privilegiate di appropriazione e di attualizzazione dell’eredità del passato da parte di singoli, gruppi e comunità. In tal modo hanno contribuito a riattivare e a tramandare in forme eloquenti un complesso sistema di valori, significati e simboli che, sedimentandosi nella memoria collettiva, sono divenuti parte di più generali processi di riflessione storica.

Il convegno, che coinvolge esperti della comunità scientifica internazionale, fornisce l’occasione di presentare e discutere gli esiti del progetto di ricerca biennale “Memoria e Identità. Riuso, rilavorazione e riallestimento della scultura medievale in Età moderna, tra ricerca storica e nuove tecnologie” (FISR2019_05012), dedicato a queste tematiche cruciali e condotto dall’Università di Genova in collaborazione con le Università di Napoli Federico II e di Trento.

Martedì 30 Gennaio
Università degli Studi di Genova, Aula Magna della Scuola di Scienze
Umanistiche

14.30 Saluti

Introduzione
Clario Di Fabio, Università degli Studi di Genova
Laura Cavazzini, Università di Trento
Paola Vitolo, Università degli Studi di Napoli Federico II

Presiede: Arturo Carlo Quintavalle, Università di Parma

Keynote lecture: Paolo Liverani, Università degli Studi di Firenze – Il buon uso del riuso

Iliana Kasarska, Catholic University of Paris – Visible and Invisible re employment of medieval sculptures in Notre-Dame of Paris (from the XIIIth to the XVIIIth century)
Roberto Bartalini, Università di Siena – Conformitas e reimpiego nel Duomo di Siena

Pausa

Ludovico Geymonat, Louisiana State University – Angeli in Aurisina a Venezia
Francesco Gangemi, Università degli Studi di Bergamo – Le metamorfosi delle facciate medievali in età moderna. Alcuni esempi in Italia centrale

Discussione

Mercoledì 31 Gennaio
Università degli Studi di Genova, Aula Magna della Scuola di Scienze Umanistiche

09.00 Presiede: Anna Maria D’Achille, Sapienza Università di Roma

Keynote lecture: Tommaso di Carpegna Falconieri, Università degli Studi di Urbino Carlo Bo – Il medioevo dopo il medioevo: osservazioni su alcuni concetti contigui (riuso, revival, medievalismo)

Avinoam Shalem, Columbia University – In the Lands of Idols and Saints: Travelers’ Accounts on Sculptures of the Past
Joan Domenge i Mesquida, Universitat de Barcelona – Nuovi retabli per “vecchie” sculture. Osservazioni sul reimpiego della scultura medievale in età moderna nella Corona d’Aragona.

Pausa

Kristin Kausland, Norwegian Institute for Cultural Heritage Research – From crowned in heaven to crowned on earth – The reuse of medieval sculpture in Lutheran churches in the North
Stefanie Paulmichl, Università di Trento – Il reimpiego delle sculture gotiche degli altari a portelle nel Tirolo storico: ragioni liturgiche, cultuali e politiche

Pausa pranzo

14.00 Presiede: Clario Di Fabio, Università degli Studi di Genova

Santina Novelli, Università di Trento – Il Gesù giacente di Casalmaggiore e l’iconografia del Santo Sepolcro dal medioevo all’età moderna. Tra riallestimenti e risemantizzazioni
Aurora Corio, Università degli Studi di Genova – Tarsie romaniche in un pavimento seicentesco di Palazzo Medici Riccardi a Firenze

Pausa

Laura Cavazzini, Università di Trento e Cristina Conti, Università di Torino – Crocifissi gotici romani: fortuna e devozione
Vinni Lucherini, Università degli Studi di Napoli Federico II – Trasformazione post-medievale e musealizzazione delle tombe angioine in San Domenico a Napoli

Discussione

Giovedì 01 Febbraio
Biblioteca Universitaria di Genova

09.00 Presiede: Serena Romano, Université de Lausanne

Keynote lecture: Bianca De Divitiis, Università degli Studi di Napoli Federico II – Medieval memories during the Renaissance: constructing identities in the centres of Southern Italy

Francesco Aceto, Università degli Studi di Napoli Federico II – Restauratio della memoria come reinterpretatio “ad usum delphini”. I sepolcri angioini nel Duomo di Napoli nella restituzione del viceré Enrique de Guzmán (1599)
Manuela Gianandrea, Sapienza Università di Roma – Come una sineddoche: il reimpiego di arredi liturgici medievali a Roma e nei territori della Chiesa in età moderna
Paola Vitolo, Università degli Studi di Napoli Federico II – Cose mai viste: la lunga vita di un inedito lettorino di età romanica

Pausa

Bénédicte Fillion-Braguet, ricercatrice indipendente, associata al Cescm 7302 Université de Poitiers – Architettare le figure reclinate a Fontevraud per porre fine al “sentimento di vergogna alla vista”
Haude Morvan, Université Bordeaux-Montaigne – Il riuso di tombe medievali in epoca moderna: modalità e significati

Pausa pranzo

14.00 Presiede: Paola Vitolo, Università degli Studi di Napoli Federico II

Vera Cutolo, Università di Siena – Radici medievali per nobiltà moderne: cronistoria del monumento di Taddeo Pepoli tra Tre e Settecento
Giulia Pollini, Humboldt-Universität zu Berlin – La “longue durée” della scultura dei Del Balzo Orsini. Memoria e celebrazione di una famiglia medievale nel Salento di età moderna
Giulia Rossi Vairo, Universidade Nova de Lisboa – Il re è morto…? Viva il re! Restauri ottocenteschi sulla tomba del re Dinis di Portogallo

Pausa

Andrea Pala, Università degli Studi di Cagliari – Nuovi dati sul reimpiego del pergamo di Guglielmo nel cantiere seicentesco della fabbrica di Santa Maria a Cagliari
Francesca Girelli, Università degli Studi di Genova – Fra pubblico e privato: spostamenti e riallestimenti del sepolcro di Luca Fieschi nella Cattedrale di Genova
Greta Attademo, Università degli Studi di Napoli Federico II – Nuove tecnologie per il monumento Fieschi. Dai digital twins dei frammenti scultorei alla ricostruzione virtuale della Porta del Soccorso

Discussione

Venerdì 2 Febbraio
Biblioteca Universitaria di Genova

09:00 Presiede: Laura Cavazzini, Università di Trento

Marcello Mignozzi, Università degli Studi di Bari Aldo Moro – La scultura angioina nella Puglia centro-settentrionale: reimpieghi e ricollocazioni di età moderna
Maddalena Vaccaro, Università degli Studi di Salerno – Riallestire per ricordare. Sculture medievali reimpiegate in Campania meridionale

Pausa

Margherita Orsero, Florida International University – Dopo l’incendio del 1595. Reimpieghi seicenteschi dal Duomo di Pisa
Lilli Ghio e Anna Maria Dagnino, ricercatrici indipendenti- Marmi di reimpiego in un giardino all’inglese (dalla fabbrica di San Francesco di Castelletto al parco di villa Brignole Sale): nuovi documenti d’archivio

Discussione finale
Presiedono Nicolas Bock e Serena Romano, Université de Lausanne

Source



Citer ce billet
Florence Larcher (2024, 22 janvier). Colloque : « Le Pietre e il Tempo », Gênes, Università degli Studi di Genova, 30 janvier-2 février 2024. Centre d'Histoire de l'Art de la Renaissance. Consulté le 18 avril 2024, à l’adresse https://doi.org/10.58079/vmx7

Florence Larcher

Florence Larcher est doctorante à l'Université Paris 1 Panthéon-Sorbonne. Ses recherches sur les images de saint Roch en Italie de 1350 à 1680 l'amènent à étudier la peinture murale, la sérialité et l'itinérance des peintres.

Vous aimerez aussi...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search