Séminaire : “Nuovi studi sul disegno di paesaggio: pratica – materialità – esperienza, 1500-1800”, Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia, 14-15 mars

Il disegno di paesaggio è stato per lungo tempo considerato come passatempo amatoriale o esercizio delle abilità compositive in relazione alla produzione pittorica. L’orientamento degli studi più recenti verso questioni di pratica artistica e materialità delle opere ha permesso di esplorare il disegno di paesaggio in quanto opera d’arte autonoma o come restituzione dell’esperienza della natura. Del resto, disegni e stampe di paesaggi prodotti da artisti come Leonardo e Dürer, Rembrandt, Cozens e Fragonard, continuano ad affascinare il pubblico da secoli.

Sul tema, l’Istituto di Storia dell’Arte, con il sostegno della Tavolozza Foundation, promuove un convegno – curato da Camilla Pietrabissa e da Elisa Spataro – che intende prendere in esame la complessità di tale manifestazione artistica ponendo l’attenzione sugli aspetti materiali ed estetici. Dalle tecniche agli strumenti utilizzati per osservare e registrare su carta la natura e gli spazi urbani, all’assemblaggio di album e all’innovazione delle tecniche di stampa, le due giornate di studio si propongono di dimostrare come le ricerche più recenti stiano plasmando la storia delle immagini del paesaggio, sfidando le tradizionali narrazioni storiografiche. Tra i vari aspetti che il convegno intende affrontare e che saranno al centro degli interventi dei relatori scelti attraverso un call for papers, vi sono la nozione del disegno dal vero o ‘dal naturale’ in relazione alla pratica e all’esperienza artistica; i materiali per il disegno di paesaggio: supporti e strumenti del disegno; le pratiche di raccolta dei singoli fogli, di assemblaggio e dispersione di taccuini e album di disegni di paesaggio; gli schemi compositivi, la prospettiva e i punti di vista sul paesaggio; l’uso di strumenti ottici e di altri dispositivi tecnici.

14 marzo : 9:30
Saluti istituzionali
Luca Massimo Barbero, Direttore dell’Istituto di Storia dell’Arte, Fondazione Giorgio Cini

Apertura dei lavori
Camilla Pietrabissa, Elisa Spataro

Sessione I : Materialità

Presiede : Francesco Grisolia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Isabella Augart, Georg-August-Universität Göttingen : Lodewijk Toeput’s panoramatic landscape drawings

Sarah W. Mallory, The Pierpont Morgan Library & Museum, Harvard University : Environmental Affects: Seething Water, Ink, and Paper in Rembrandt’s Landscape Drawings

Sarah Catala, Université de Lyon/Association Bella Maniera : Landscape drawings by Fragonard and Hubert Robert: companionship in Italy

COFFEE BREAK

12:00
Sessione II : L’esperienza del paesaggio

Presiede : Martina Frank, Università Ca’ Foscari Venezia

Marco M. Mascolo, Università degli Studi di Siena : Landscape as a place of experimentation in Rembrandt’s practice

Marco Musillo, Ricercatore indipendente : Giovanni Gherardini Travelling Eastward : Landscape Drawing Between Early Modern Europe and China

Elisa Antonietta Daniele, UCLA/Università di Bologna : The Savoy Landscapes and the Alps in Giovanni Tommaso Borogonio’s Commemorative Albums for Ballets (1645-1657)

15:00
Sessione III : Pratiche artistiche

Presiede : Valter Curzi, Sapienza Università di Roma

Marco Simone Bolzoni, Debra e Leon Black Collection, New York : “Havere per primo modello essa natura”: Federico Zuccari e il disegno di paesaggio

Camilla Colzani, Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo” : Dalla natura alla carta: i disegni di paesaggio di Federico Barocci

Gabriella Bocconi, Giorgio Marini, Istituto Centrale per la Grafica, Roma : Il vedutismo arcadico di Nicolas-Didier Boguet: i molti
volti del disegno d’après nature nel tardo Settecento

16:30 — 17
Esposizione di una selezione di disegni di paesaggio delle raccolte della Fondazione Giorgio Cini

A cura di : Camilla Pietrabissa, Elisa Spataro, Sala Longhena

15 marzo

9:30
Sessione IV : Album e taccuini

Presiede : Giovanni Maria Fara, Università Ca’ Foscari Venezia

Roberta Aliventi, Gallerie degli Uffizi : Il paesaggio a Firenze nella prima metà del Cinquecento: Antonio di Donnino del Mazziere e un libro di disegni ricostruito

Marco Mansi, The Courtauld Institute of Art : Disegno “al naturale” e “sprezzatura”: il quadernetto di paesaggi di Cristofano Allori

Stefano Rinaldi, Staatliche Kunstsammlungen Dresden : Professione: disegnatore paesaggista. Strategie di carriera di Remigio Cantagallina (1575-1656)

COFFEE BREAK

11:30
Tavola rotonda tra curatori
Esporre il disegno di paesaggio

Gabriella Bocconi, Istituto Centrale per la Grafica, Roma
Alberto Craievich, Fondazione Musei Civici di Venezia
Ketty Gottardo, The Courtauld Gallery, London
Giorgio Marini, Istituto Centrale per la Grafica, Roma
Anita Viola Sganzerla, Katrin Bellinger Collection

Source



Citer ce billet
mariearrachard (2024, 14 mars). Séminaire : “Nuovi studi sul disegno di paesaggio: pratica – materialità – esperienza, 1500-1800”, Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia, 14-15 mars. Centre d'Histoire de l'Art de la Renaissance. Consulté le 24 mai 2024, à l’adresse https://doi.org/10.58079/w0wq

Vous aimerez aussi...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search