Auteur : eserpelloni

Exposition : « Raffaello », Rome, Scuderie del quirinale, du 2 juin au 30 août 2020

Raffaello Il 6 aprile 1520 muore a Roma, a trentasette anni, Raffaello Sanzio, il più grande pittore del Rinascimento. La città sembra fermarsi nella commozione e nel rimpianto, mentre la notizia della scomparsa si diffonde con incredibile rapidità in tutte le corti europee. S’interrompeva non solo un percorso artistico senza precedenti, ma anche l’ambizioso progetto di ricostruzione grafica della Roma antica, commissionato dal pontefice, che avrebbe riscattato dopo secoli di oblio e rovina la grandezza...

Eposition : « Dopo Caravaggio. Il Seicento napoletano nelle collezioni di Palazzo Pretorio e della Fondazione de Vito », Prato, jusqu’au 6 janvier 2021

Dipinti “mai visti” della Fondazione de Vito insieme alle tele più suggestive del Seicento del Museo di Palazzo Pretorio danno vita ad un percorso espositivo che vuole raccontare l’impatto determinante della pittura di Caravaggio sugli artisti di scuola napoletana nel XVII secolo attraverso una scelta di opere delle due collezioni. La mostra, organizzata dal Comune di Prato in collaborazione con la Fondazione De Vito e curata da Rita Iacopino e Nadia Bastogi,  presenta un numero...

Exposition : « Orazio Borgianni. Un genio inquieto nella Roma di Caravaggio », Rome, Palazzo Barberini, jusqu’au 30 octobre 2020

Le Gallerie Nazionali di Arte Antica presentano dal 6 marzo al 30 giugno 2020, nella sede di Palazzo Barberini, la mostra Orazio Borgianni. Un genio inquieto nella Roma di Caravaggio, a cura di Gianni Papi. La prima mostra monografica dedicata a Orazio Borgianni (Roma, 1574 – 1616) ha luogo significativamente a Palazzo Barberini, dove sono conservati due capolavori dell’artista, l’Autoritratto e la Sacra Famiglia con San Giovannino, Santa Elisabetta e un angelo, insieme a uno dei più ricchi...

Exposition : « Michelangelo. Divino artista », Gênes, Palazzo Ducale, du 8 octobre 2020 au 24 janvier 2021

Scultore, pittore, architetto e poeta, Michelangelo Buonarroti fu artefice di opere incomparabili per tensione morale, energia della forma, complessità dei concetti espressi. Per la sua poliedrica personalità il Buonarroti venne definito “artista universale” a cominciare da Giorgio Vasari che con questa formula sintetizzava un giudizio condiviso. Al contempo proprio Vasari poneva l’artista fiorentino al vertice della storia dell’arte moderna, intesa come progresso, celebrando sia Buonarroti sia Firenze sia i Medici, ‘sovrani’ assoluti di Firenze al...

Parution : Dario Donetti, « Francesco da Sangallo e l’identità dell’architettura toscana », Milan, Officina Libraria, 2020

Questa monografia presenta, per la prima volta nella sua interezza, la lunga e diversificata attività di Francesco da Sangallo (1494-1576), ultimo erede di una famiglia di artisti protagonisti del Rinascimento italiano. Lui stesso fu presenza duratura nella Firenze del Cinquecento e testimone privilegiato dell’ambiente intellettuale cittadino, coltivando frequentazioni che includevano, tra gli altri, Michelangelo Buonarroti, Benedetto Varchi, Giorgio Vasari, Vincenzio Borghini. Dalla sua poliedrica produzione – di scultore, già nota agli studi, ma anche architetto...

Exposition : « Vittore Carpaccio. Dipinti e disegni », Venise, Palazzo Ducale, du 10 octobre 2020 au 24 janvier 2021

Celebre soprattutto per i suoi cicli di dipinti narrativi e religiosi, Vittore Carpaccio (1460/66 – 1525/26) rappresenta la grandezza e lo splendore di Venezia trasportando le storie sacre nella vita quotidiana, in scenari ricchi di dettagli, unendo l’osservazione della scena urbana al poetico e al fantastico. Oggetto di un rinato interesse della storiografia, anche grazie a recenti scoperte, attribuzioni e restauri, Carpaccio non è più stato oggetto di un’esposizione monografica dal 1963, dalla storica mostra...

Parution : Valentina Hristova, « Le Sacrifice du Christ Peinture, société et politique en Italie centrale, entre Renaissance et Réforme », Milan, Officina Libraria, 2020

Tra la fine del XV secolo e la metà del XVI secolo Firenze e Roma vedono fiorire una moltitudine di pitture sul tema del Cristo morto. Da Botticelli a Vasari, passando per i capolavori di Raffaello e Pontormo, queste magnifiche scene di compianto rimangono incomprese. Dove erano state viste? Chi erano stati i promotori? Più in generale, in che modo la rinascita di questi temi nell’Italia centrale può rivelarsi utile per chiarire un momento importante...

Exposition : « Rinascimento marchigiano », Senigallia, Palazzo del Duca, du 23 juillet au 3 novembre 2020

Per la mostra itinerante che ha preso il via nella zona del cratere – presso il Forte Malatesta, di Ascoli Piceno – quella di Roma rappresenta la seconda delle tre tappe programmate per l’esposizione che concluderà il suo viaggio a Senigallia (dal 23 luglio al 3 novembre), presso il Palazzo del Duca. Le opere esposte a Roma saranno 36 e sono state restaurate grazie a una convenzione siglata tra ANCI Marche e Pio Sodalizio dei Piceni, impegnate dal 2017 in un importante lavoro di...

Parution : Barbara Agosti et Silvia Ginzburg, « Perino del Vaga per Michelangelo. La spalliera del Giudizio universale nella Galleria Spada », Milan, Officina Libraria, 2020

Perino del Vaga per Michelangelo La spalliera del Giudizio universale nella Galleria Spada a cura di Barbara Agosti e Silvia Ginzburg Nel 1542 papa Paolo III Farnese, d’intesa con Michelangelo, incaricò Perino del Vaga (1501-1547) di concepire un basamento in arazzo per il Giudizio universale appena affrescato sulla parete d’altare della cappella Sistina.La «spalliera» di Perino non fu mai portata a compimento: il modello dipinto su tela, rimasto in Vaticano, ricomparve negli anni trenta del Seicento a Imola, dove...

Exposition : « La riscoperta di un capolavoro », Bologne, Palazzo Fava, du 18 mai 2020

9 international museums, 16 panels and 300 years of anticipation, the great masterpiece returns home. This extraordinary event is celebrated at Palazzo Fava.Palazzo delle Esposizioni of Bologna and marks the reconstitution of one of the greatest masterpieces of the Italian Renaissance: the Polittico Griffoni by Francesco del Cossa and Ercole de ‘Roberti. The Polittico Griffoni returns in its splendid entirety, 550 years after its realization and 300 years after its disintegration, in an exhibition that brings...