Étiqueté : Cinquecento

Parution : Inge Reist, “When Michelangelo Was Modern”, Brill, Leyde, 2022

Through case studies of collectors, patrons, and agents who redefined collecting and the art market, this volume illuminates how the changing status of the artist, rise of connoisseurship, role of intermediaries and new patterns of consumption established models for collecting and display that resemble those still practiced today. The book presents new research by recognized scholars who examine the motivations of collectors and agents, emphasizing how their collecting, patronage and advocacy could require support of...

Parution : Giovanni C.F. Villa, “Giorgione”, Silvana Editoriale, Milan, 2022

    The most comprehensive overview in print on the Renaissance master of Venetian sensuality Famous for his enduringly popular and canonical masterpieces such as The Sleeping Venus and The Tempest—often considered the first true landscape painting in Western art—Zorzi da Castelfranco, known as Giorgione (1474 or 1478–1510) was, along with Titian, one of the greatest masters of the Venetian Renaissance. Although his brief career lasted just over 10 years, the handful of surviving paintings...

Exposition : “Michelangelo: i bronzi della Passione”, Mantoue, Palazzo Ducale, du 18 mars au 15 juin 2022.

Michelangelo Buonarroti è semplicemente il “divino” Michelangelo, l’archetipo degli artisti di tutti i tempi. Grande fu la sua fama, anche in vita: nonostante la sua attività si sia concentrata su Roma e Firenze, anche la Mantova dei Gonzaga dovette fare i conti con l’ineludibile influenza di quel gigante. Il 22 febbraio del 1527 Federico II scriveva di essere da “molt’anni (…) amatore dello excellentissimo messer Michele Angelo” e – in un significativo ribaltamento di ruoli...

Conférence : Sefy Hendler, « Try Again. Fail Again, Fail Better: Towards a Typology of Early Modern Artistic Failure », en ligne, le 24 mars, 12h15-13h45

Dans le cadre du séminaire Actualité de la recherche, organisé conjointement par le Département d’histoire de l’art et de musicologie de l’Université de Genève et la HEAD – Genève, aura lieu la conférence : « “Try Again. Fail Again. Fail Better”: Towards a Typology of Early Modern Artistic Failure » par Sefy Hendler (Tel Aviv University). Mercredi 24 mars 2021 à 12h15,  en visioconférence.  Lien Zoom : https://unige.zoom.us/s/91342152454 L’accès est libre et toute personne intéressée est la bienvenue. Affiche à télécharger (format PDF) Source

Parution : Jill Pederson, « Leonardo, Bramante, and the Academia. Art and Friendship in Fifteenth-Century Milan », Turnhout, Brepols, 2020

This book is the first study to provide a comprehensive historical and theoretical account of the Academia Leonardi Vinci. Pederson brings together literary sources to offer a new interpretation of the academy not as one singular entity, but as a collection of academic modalities in Renaissance Milan. Eventually these various modalities converged around their namesake Leonardo da Vinci, as well as the architect Donato Bramante. This group drew together not only humanists, as in other...

Parution : Dario Donetti, “Francesco da Sangallo e l’identità dell’architettura toscana”, Milan, Officina Libraria, 2020

Questa monografia presenta, per la prima volta nella sua interezza, la lunga e diversificata attività di Francesco da Sangallo (1494-1576), ultimo erede di una famiglia di artisti protagonisti del Rinascimento italiano. Lui stesso fu presenza duratura nella Firenze del Cinquecento e testimone privilegiato dell’ambiente intellettuale cittadino, coltivando frequentazioni che includevano, tra gli altri, Michelangelo Buonarroti, Benedetto Varchi, Giorgio Vasari, Vincenzio Borghini. Dalla sua poliedrica produzione – di scultore, già nota agli studi, ma anche architetto...

Parution : Valentina Hristova, “Le Sacrifice du Christ Peinture, société et politique en Italie centrale, entre Renaissance et Réforme”, Milan, Officina Libraria, 2020

Tra la fine del XV secolo e la metà del XVI secolo Firenze e Roma vedono fiorire una moltitudine di pitture sul tema del Cristo morto. Da Botticelli a Vasari, passando per i capolavori di Raffaello e Pontormo, queste magnifiche scene di compianto rimangono incomprese. Dove erano state viste? Chi erano stati i promotori? Più in generale, in che modo la rinascita di questi temi nell’Italia centrale può rivelarsi utile per chiarire un momento importante...

Parution : Chiara Franceschini, Steven Ostrow et Patrizia Tosini “Chapels of the Cinquecento and Seicento in the Churches of Rome”, Milan, Officina Libraria, 2020

Fin dal primo Rinascimento le cappelle delle chiese di Roma furono decorate con ricchi corredi. Ma fu nel Cinquecento e nel Seicento che le cappelle diventarono gli spazi dove le grandi famiglie patrizie e l’alta borghesia romana poterono dimostrare il proprio prestigio sociale. Nella ricchezza degli apparati trionfò l’autorappresentazione di compagnie, casate e grandi uomini. Spesso le cappelle venivano concepite come parti di un sistema più complesso, allargato alla navata e alle altre cappelle, in...

Séminaire international : « Il cantiere nel Cinquecento : architettura e decorazione, I. Roma », Rome, 25-27 novembre 2019

Il cantiere nel Cinquecento : architettura e decorazione. I. Roma Seminario internazionale di studi a cura di Silvia Ginzburg, Letizia Tedeschi e Vitale Zanchettin. Nello sviluppo storico del cantiere cinquecentesco architettura e decorazione costituiscono un imprescindibile binomio, due aspetti complementari non soltanto dal punto di vista materiale. A Roma nel corso del XVI secolo tale interazione diventa dominante e assume caratteri nuovi: la pluralità di competenze, prevista fin dalle prime fasi progettuali, e la collaborazione...

Exposition : « Giulio Romano: Arte e Desiderio », Mantoue – Palazzo Te, du 6 octobre 2019 au 6 janvier 2020

Palazzo Te torna a celebrare, a distanza di trent’anni dalla grande monografica del 1989, il genio di Giulio Romano con la mostra Giulio Romano: Arte e Desiderio, dal 6 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020. L’esposizione, a cura di Barbara Furlotti, Guido Rebecchini e Linda Wolk-Simon, è parte integrante del programma di mostre ed eventi Giulio Romano è Palazzo Te (settembre 2019 – giugno 2020), promosso dalla Fondazione Palazzo Te e dal Comune di Mantova,...

Rechercher dans OpenEdition Search

Vous allez être redirigé vers OpenEdition Search